Archivio news 21/04/2020

4 chiacchiere con i Presidenti...

Intervista esclusiva con alcuni protagonisti dei nostri Campionati

Inizia da oggi una nuova rubrica che ci terrà compagnia in questo periodo di inattività: 4 chiacchiere con...

E siamo voluti partire dei Presidenti di alcune società che partecipano ai Campionati di Calcio a 11 e che hanno risposto positivamente alla nostra richiesta di "botta e risposta": Orazio Leotta per i campioni in carica della PFA, Andrea Intri per la Virtus San Lorenzo, Massimiliano Rossi per la Rio Sanrocchese e Paolo Braccio per i Con Testa.

 

Presidente buongiorno: innanzitutto parlaci di come state passando la quarantena tu e i ragazzi della squadra.


LEOTTA: Prima di tutto vorrei portare i più sinceri auguri da parte di tutta la mia Squadra ed il suo Staff Tecnico a tutta la Lega ed a tutte altre Squadre che hanno onorato i campi fino all'ultimo impegno. Quello di oggi è un momento travagliato alla quale nessuno era preparato, ma soprattutto inaspettato, sia per noi che per tutto lo sport in generale, purtroppo l'emergenza sanitaria mondiale che ha colpito anche il nostro paese ha fermato tutte le attività comprese quelle sportive. 

INTRI: Io sono a casa da lavoro (avendo un bar probabilmente saremo gli ultimi a ripartire) e quindi mi sto godendo mia figlia e aspettiamo Filippo che nascerà i primi di maggio. Nella chat della squadra ci sentiamo spesso per chiederci come va e per adesso sta andando tutto bene.

ROSSI: La quarantena è stata ed è pesante tra alti e bassi, tra genitori e o qualche parente/amico che è venuto a mancare. Insomma, non è stato semplice. L'emergenza non è ancora finita, c'è qualcuno che non ha mai smesso di lavorare, e chi come me che è fermo già dalla prima zona rossa: le attività faranno poi fatica a ripartire.

BRACCIO: È inutile nasconderlo che purtroppo questo periodo ha spento l'entusiasmo. Ci teniamo in contatto per tirarsi su il morale e verificare che tutti stiano bene. Poi è ovvio come in ogni squadra ci sono sempre i "giullari" pronti a fare ridere e quelli un po' più solitari.

 
Che prospettive vedi calcisticamente parlando a livello personale e di squadra/società ?

LEOTTA: Per noi lo sport è un momento di aggregazione dove è possibile condividere dei momenti di svago giocando, divertendoci e dimostrando di essere una squadra unita e che va' tutta in un'unica direzione. Purtroppo per questioni di forza maggiore in questo periodo questa aggregazione e il ritrovarsi per condividere i nostri momenti di sport ci è stato limitato nella totalità, costringendoci a restare nelle nostre case. Inizialmente poteva essere piacevole, ma ora dopo più di due mesi in casa, diventa dura per persone come noi abituate ad essere attive e sportive. 
 
INTRI: Calcisticamente avendo oltre alle due squadre di amatori anche il settore giovanile e una prima squadra si ha la netta sensazione che questa annata e forse una parte della prossima sia molto compromessa.
 
ROSSI: A livello calcistico spero che questo porti alla mia idea (campionato nell'anno solare), di una ripartenza innanzitutto, e poi a tavolino gestiremo al meglio la questione tornei. Sono un po' in contrasto gli umori, credo che i ragazzi abbiano voglia di uscire e di giocare ma vedremo il contrasto con la parte economica/burocratica.
 
BRACCIO: Personalmente a livello calcistico non vedo prospettive rosee. Il sistema dalla serie A fino alle giovanili rischia una sorta di collasso. A livello amatoriale è più un'incognita per quanto riguarda ordinanze e divieti. Spero che in generale il calcio italiano riesca a trovare la forza e nuove strumenti per ripartire, proprio come movimento. Quindi parlo sia dalla serie A fino agli amatori. Comunque la squadra è prima di tutto formata da appassionati di questo sport, quindi non vedono l'ora di tornare in campo.

 
Qual è in questo momento la cosa che più ti manca a livello calcistico ?

LEOTTA:  La quarantena sta diventando dura speriamo di tornare presto alla nostra normalità. È In questi momenti di difficoltà che si vedono le grandi squadre Unite nella distanza sia dai campi che dai propri Compagni che è la cosa che fa più male. Spero vivamente di ripartire prima possibile con tutte le precauzioni del caso per poter garantire la sicurezza dei miei calciatori.
 
INTRI: Personalmente penso che la parte più bella sia l'allenamento e quindi manca proprio quel poter lavorare divertendosi.
 
ROSSI: La cosa che ci manca di più è quella di uscire e stare assieme assolutamente. Di giocare e divertirsi sul campo.
 
BRACCIO: Il calcio è molto semplice: basta un pallone, un campo, un completo da calcio e sotto sotto ti senti un po' come i professionisti. A me manca quello: quella semplicità che per 90 minuti a settimana ti trasporta in un mondo che hai sempre sognato e soprattutto lo vivi con i tuoi amici. Stupendo!

 
Gli avversari che ti piacerebbe incontrare subito sul campo e quelli con cui andreste a cena.
 
LEOTTA: Facciamo gli auguri alla U.D.E. squadra con cui ci lega un profondo rispetto ed amicizia sia fuori che dentro il campo, ma anche a tutte le nostre avversarie gli mandiamo un grande in bocca al lupo per una ripresa ad alti livello come solo il Calcio Amatoriale Italiano sa offrire.
 
INTRI: Sono tante le squadre che vorrei incontrare. In Silver avremmo dovuto incontrare il Corte Calcio di mister Franzini e mi dispiace non poterlo fare. A cena andrei con i Pasola o con i ragazzi del Real Suzzano. Il bello del calcio amatoriale è che una volta finita la partita davanti ad una birra e magari uno spiedino rimane tutto il bello del calcio: passione e amicizia.
 
ROSSI: Questa è una domanda che non compete a me, ma penso che non ci sia nessuna squadra in particolare, tutte quelle con cui abbiamo perso in andata (tante) ma non ci spaventa nessuno, quindi torneremo più forti che mai. Per quanto riguarda la cena: nessuno ! noi non vogliamo avversari quando mangiamo.
 
BRACCIO: La squadra che vorrei affrontare sicuramente è il Real Suzzano. È il Real Madrid del nostro campionato. Quelle squadre a cui speri sempre di fare un bello sgambetto. Per quanto riguarda la cena, se la offrono loro da Suggerimenti, io ci sto!